Bugliano Cold: Arrivano gli alieni

Ritorna Bugliano Cold, il servizio che racconta le vicende delCampus e stavolta ci troviamo di fronte al complotto dei complotti!


Bugliano Cold Soft: strani copricapi

  • [Conduttore]:

Dopo la protesta per l’ordinanza sul cappello alla guida, non si ferma la singolare mobilitazione dei cittadini buglianesi: molti di loro si sono presentati all’università indossando una zuppiera di alluminio in testa e, pare, vadano in giro conciati così anche per i negozi e addirittura in casa.

  • [Ascoltatore anonimo, registrazione]:

“Io sono stato il precursore di quest’iniziativa. Ho letto su Internet che la zuppiera in alluminio impedisce agli alieni di intercettarci pertanto ho lanciato un appello affinché tutti seguissero il mio esempio, sono molto felice di aver avuto buoni riscontri!”

  • [Conduttore]:

Il nostro spettatore ha ragione quando parla di alieni perché in effetti ne abbiamo uno qui al CampusIBUOL: trattasi di ChaserNucleus, arrivato da Marte per aiutare la polizia di Bugliano dove i metodi tradizionali non arrivano ma, da quanto risulta, non ha alcuna intenzione malevola verso gli studenti alla IBUOL o chiunque altro. Parola del Segugio Sega: Nucleus è un amico anche se vive di radiazioni e anzi, dobbiamo contare su di lui proprio perché la sua presenza garantisce un ambiente salubre per tutti.

  • [ChaserNucleus, registrazione]:

“Al momento sono in pullman e sto tornando al campus, perché c’è stato un contrattempo quindi all’aeroporto nessuno è venuto a prendere me e il mio partner. Appena mi hanno visto i passeggeri si sono infilati la zuppiera in testa, è calato un silenzio di tomba per paura delle intercettazioni. Come se a me fregasse qualcosa dei fatti loro! Mettono sui social anche quando vanno in bagno e poi il problema è il marziano con le antenne seduto al loro fianco. Povere bestie!”

  • [Conduttore]:

Su questa stravagante forma di travestimento il Segugio si è creato un’idea alternativa: gli alieni non c’entrano, chi ha aderito all’iniziativa della zuppiera ha semplicemente voluto utilizzarla come preservativo nella speranza di sfuggire al virus HIV di Bugliano il cui diritto di parola vale quanto quello degli umani in ogni occasione divorzi compresi. I Buglianesi con la zuppiera in testa però non sono abbastanza consapevoli che il virus vive all’interno del corpo, quindi solo le teste di forma fallica possono pensare di proteggersi da lui usando un copricapo.

Cold medium: attacchi informatici

  • [Conduttore]:

Per diverse settimane il CampusIBUOL è stato bersagliato da attacchi informatici di lieve e grave intensità, in cui sono state prese di mira le ragazze del Consiglio Studentesco IBUOL e anche alcuni docenti. Fortunatamente sembra che l’agente Floyd Turnpike sia riuscito a bloccare l’aggressore, peccato perché avrebbe potuto essere il primo caso risolto direttamente dal Segugio Sega!

  • [Floyd Turnpike, e-mail]:

Gentile Segugio, con questo messaggio tengo a precisare l’importanza della tua collaborazione al fine di identificare i criminali informatici. Purtroppo non si è mai finito di imparare e anche noi della polizia dobbiamo fare i conti coi nostri sbagli soprattutto se questi sono causati da false convinzioni e mettono a rischio delle vite. A nome di tutte le forze dell’ordine mi scuso in anticipo per aver involontariamente consentito al malintenzionato di attaccare Bugliano Cold e inserire una finta minaccia del dissanguatore; garantisco personalmente che da ora, almeno a livello informatico, il Campus non corre più alcun pericolo. Con grande stima, Floyd Turnpike. O Franco Tilliani, come mi sono già firmato a suo tempo.

Cold Solved: Il caso dei colombi al cimitero

  • [Conduttore]:

I follower del Segugio vogliono sempre sapere quando e se i casi vengono risolti. Mentre ancora non si hanno notizie sulla povera Siria scomparsa ormai da un pezzo, il naso di Sega ha portato all’identificazione di chi ha piazzato il cartello in cimitero a proposito dei colombi: è stato Anacleto Guastalupi, bracconiere noto a Bugliano, stanco di vedere i volatili scappare dalle sue zone di caccia per radunarsi tutti dove la gente piazzava loro da mangiare. Ma non sapendo scrivere bene, ha usato “stangalo” anziché “strangolo” causando un inquietante equivoco. Tutto è bene quel che finisce bene!

Cold Hard: Sul letto del rettore Ganni

  • [Ascoltatore anonimo, registrazione]:

“Ciao Segugio! Vorrei informarti che pulendo la stanza del Rettore Umberto Ganni, sul suo letto ho trovato una bambola gonfiabile. Se non avessi tanta esperienza su questo tipo di giocattoli erotici, la troverei uguale a una persona vera! Non l’ho toccata, guardandola però ho visto il vestito elegante che indossava. L’ha messa a letto vestita a festa? Ho preferito uscire e avvertirti subito, meglio che le autorità non lo sappiano. Pensaci tu a metterci il naso!”

  • [Conduttore]:

Il rettore con le bambole gonfiabili? A me non risulta, è felicemente sposato e non ha alcun bisogno di questi stratagemmi per soddisfare la propria vita sessuale. Ma accetto la sfida e voglio investigare sulla bambola. Qualcuno avrà voluto incastrare Ganni per spodestarlo dal suo ruolo? Chi può saperlo?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: