Bugliano Cold: Denaro sporco al campus?

Chi ha detto che Bugliano sia destinata a rimanere un’isola felice? L’occasione fa l’uomo ladro anche qui, almeno fino a che il Segugio Sega non ficca il naso…


Bugliano Cold soft: L’uomo col cappello

  • [Conduttore]

Dopo l’ordinanza comunale che impone agli ultra-ottantenni di indossare il cappello mentre guidano l’auto, la protesta degli anziani non si è fatta attendere e da Piazza della Repubblica si è diffusa fino a via Stalin, dov’è situata la sede centrale dell’International Bugliano University of Life.

  • [Ascoltatore, registrazione]:

“Sono Raul Mercuri e guido il pulmino che accompagna i cittadini buglianesi da soli o in gruppo quando e dove hanno bisogno. Dall’entrata in vigore dell’ordinanza sul cappello ho dovuto andare avanti e indietro per le case di riposo a trasportare i manifestanti. Su 1324 abitanti almeno 500 sono gli anziani che hanno lanciato i loro cappelli in aria come estremo messaggio di protesta, nutro una grandissima ammirazione verso la dignità dei nostri vecchi… Per loro è da levarsi tanto di CAPPELLO!

  • [Anziano anonimo, registrazione]:

“Senza cappello come si può fare l’elemosina? Scientificamente è dimostrato che il piattino ha meno capienza e con le pensioni striminzite che riceviamo ogni mese, per noi è fondamentale arrotondare suonando la fisarmonica o raccontando alle nuove generazioni le storie della nostra gioventù. Non vogliamo indossare il cappello in auto ed essere l’intrattenimento per i vostri bambini che passeggiano in strada, perché intratteniamo con la nostra musica e voce, casomai! Il copricapo raccoglie le offerte e basta! Per cui smettetela, se non ci gradite il problema è soltanto vostro.”

Cold medium: una borsa piena di soldi

  • [Conduttore]:

I cittadini onesti esistono ancora! Giorni fa una casalinga cinquantenne di Bugliano alta, mentre tornava dalla pedalata mattutina lungo il fiume, ha rinvenuto una borsa abbandonata in acqua. Accortasi di quanti soldi ci fossero dentro, ha cercato di contattare il Comando dei Carabinieri di Bugliano.
Non ottenendo alcuna risposta dalle istituzioni, l’ha piazzata nel cestino della propria bici e si è recata al consueto appuntamento di svago col rettore dell’università buglianese che poi ha preso i dovuti provvedimenti.

  • [Rettore Umberto Ganni, registrazione]:

“L’ho detto mille volte, chiamare i carabinieri o la polizia municipale è tempo perso e con le loro lungaggini la restituzione degli oggetti rubati non è affatto garantita. La gentile signora che mi ha portato la borsa lo sapeva bene, così abbiamo fatto metà dei soldi e infine ho pubblicato l’annuncio sulla bacheca del Campus per restituire le sigarette, io non fumo e con quel che costano è giusto che i proprietari le abbiano indietro.”

Cold hard: Riciclaggio di denaro sporco?

  • [Conduttore]:

Sono mesi che se ne parla in tutta Bugliano e ormai è certezza assodata: il noto avvocato Bruno Maggio è coinvolto direttamente in un giro di affari illeciti: l’albergo Montgomery a Chicago non era la struttura accogliente che tutti conoscevano, ma veniva utilizzato per tutt’altri fini dei quali ancora si è capito poco. Il Segugio è pronto, come sempre, ad annusare l’aria per acquisire maggiori dettagli su questo discutibile business augurandosi che l’illegalità sia limitata a signorine che non pagano le tasse e non ci siano morti di mezzo.
Chissà, forse questa faccenda c’entrerà con la sparizione di Siria? Lei ha visto qualcosa che non doveva e qualcuno l’ha messa a tacere? Perché è stata fatta una squadra speciale per cercarla, coinvolgendo anche agenti arrivati da fuori Bugliano? La speranza di trovarla ancora in vita è sempre più debole, tanto più che la borsa con le sigarette è molto probabilmente la sua.
Il Segugio Sega non ha possibilità di esporsi, quindi come sempre chiede l’aiuto al naso dei follower!

Cold Bonus: Inquietante cartello al cimitero

  • [Conduttore]:

Il naso del segugio ha dovuto infilarsi anche nel grande cimitero di Bugliano dopo che un anonimo ascoltatore ha segnalato la presenza di questo cartello: “Se buttate il pane ai piccioni vi stangalo!” La presenza dei colombi è già stata oggetto di discussione per l’amministrazione buglianese e le istituzioni concordano all’unanimità sull’impiego di sanzioni drastiche per questi volatili: nessuno di loro avrà cibo garantito all’interno delle mura, con l’auspicio che la fame li costringa ad allontanarsi.
Evidentemente però la cittadinanza si fa impietosire dal loro tubare e spreca il proprio cibo per sfamarli, causando frustrazione a chi deve eliminare lo sporco lasciato dai colombi sui preziosi monumenti della nostra città.
Non potendo identificare quale colombo abbia mangiato e dove, il Segugio sta cercando di scoprire chi sia stato ad affiggere il cartello sul cancello del cimitero e soprattutto cosa significhi “vi stangalo!” Per decifrare la frase è stato contattato un esperto di enigmi e anagrammi, lui si chiama HIV di Bugliano ma ha rifiutato categoricamente di collaborare a meno che il Segugio non riveli la propria identità. Ancora una volta, non se ne parla!

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: