Bugliano Cold: i medbed donati al campus

Tempo di lettura: 4 minuti

Al Campus IBUOL sono arrivati i nuovi letti Medbed; il benefattore che li ha donati è rimasto anonimo, per questo abbiamo deciso di metterli nelle stanze ancora vuote della sede in via Nureyev.

Chi meglio del Bugliano Cold può indagare su questi nuovi dispositivi? Se e i suoi umani non subiscono danni, i letti sono utilizzabili; altrimenti è l’ennesima spazzatura di cui liberarci.

Non mancano però altri misteri su cui investigare: chi ha sabotato lo streaming del Bugliano Calcio? E per quale ragione sono aumentati nell’intero campus i bidet e i catini per il lavaggio dei piedi?


Bugliano Cold Soft: bidet e lavapiedi

[Conduttore]:

Ben ritrovati follower! Sono sempre io. HIV di Bugliano. Anche se alcuni umani vorrebbero chiudermi in provetta e tenermi sotto silenzio, io vado avanti per la mia strada. Bugliano Cold chiuderà soltanto qualora sia io a volerlo, il che è altamente improbabile quindi fatevene una ragione: nessun complotto sarà al sicuro con me!

[Siria De Rocchis, registrazione]:

“HIV! Adesso basta! Gli altri non mi ascoltano e spero che almeno tu possa starmi a sentire: perché diavolo ogni stanza al Campus ha un contenitore dove lavarsi i piedi e, all’ingresso, perfino un bidet? Non basta averli in bagno? In via Nureyev è quasi insostenibile e ci sentiamo condizionati a lavarci anche quando ci siamo appena fatti la doccia. Pensano forse che noi sveniamo per la nostra stessa puzza?”

[Conduttore]:

. O la ami, o l’ammazzi. Non c’è alternativa! Per anni si è comportata come se io non ci fossi, mi ha imprigionato con le sue medicine convinta di avere un ceppo estraneo a me. E adesso per ogni stupidaggine viene sempre a chiedermi aiuto.

Confermo che il problema sia la puzza, anche se non ha a che fare con gli svenimenti verificatisi negli ultimi giorni. Dopo aver sentito alcuni umani lamentarsi perché la puzza da piedi altrui ha rovinato loro le vacanze, durante la ristrutturazione del campus in via Nureyev si è lavorato molto per la prevenzione e lo stesso è stato fatto in via Gagarin. Quindi, in sostanza, lavatevi e basta!

E alla prossima lamentela accenderemo negli altoparlanti in corridoio la canzoncina “lavali col fuoco”. Preferite quello?

[ChaserNucleus, registrazione]:

“Ehi, tu, HIV! Te lo chiedo esplicitamente: mi copri il culo? Così, senza mezzi termini. Per questi svenimenti maledetti mi stanno impedendo l’accesso ovunque, anche alla biblioteca. Ma io e le mie radiazioni non c’entriamo! Quante volte devo dirlo? Ho capito dove stia il problema ma se ne parlo esce il finimondo.”

[Conduttore]:

Appunto, Nucleus. Fatti i cazzi tuoi e campa a lungo. Per l’accesso alla biblioteca non preoccuparti, ti do una mano io; però vedi di non parlare più degli svenimenti. Intesi? Sappiamo tutti e due la causa ma ancora non è il momento di renderla pubblica! Sì, facciamo come i Poteri Forti: non cielo dicono anche noi!


Cold Medium: il cavo per lo streaming

[I Gufi di Bugliano, segnalazione]:

“Causa guasto alla linea a 128kbps non possiamo vedere la partita del Bugliano Calcio in streaming per cui non siamo in grado di sostenere la squadra. Colpa di che ha tranciato i cavi? O sono stati quelli che ci accusano di portare sfortuna? Trasmissioni interrotte fino a data da destinarsi.”

[Conduttore]:

Trasmissioni sospese? Ah sì, e chi l’ha deciso? Qui l’unico in grado di trasmettere (e trasmettersi) sempre e comunque sono io.

La mia amicizia di lunga data coi gufi mi mette nella posizione di dover spiegare cosa sia accaduto: in realtà è stato il marziano radioattivo a staccare i cavi del 128kbps.

Proprio lui, Nucleus. Il Rettore gli impedisce l’accesso a Internet accusandolo di provocare gli svenimenti, e lui ha reagito così: si è accordato con Drillo Baby Coccodrillo che gli ha consegnato la chiave della centrale e insieme hanno staccato i cavi, modificando anche la password di accesso. Quindi ora i Gufi non hanno più il controllo dello streaming! Date l’accesso a Internet a se no nessuno potrà più guardare le partite!

Lo so, lo so. Può sembrare un tradimento verso i miei amici Gufi, ma non si poteva fare diversamente: è una situazione di emergenza. Avremmo dovuto avvertire, ma è successo tutto così in fretta!

La situazione era tranquilla, ma poi al corso di recitazione ha letto una poesia e si è rovesciato il mondo. Staccare i fili dello streaming non sarà l’unica decisione drastica da prendere, si preannunciano giorni difficili.


Cold Hard: arrivano i letti Medbed!

[Conduttore]:

Quando si tratta di nuove tecnologie, la International Bugliano University Of Life è sempre sul pezzo e questa volta la novità riguarda i letti.

Dopo che la convenzione è scaduta, l’università ha chiuso il contratto con la Bugliano Poltrone Materassi e il rettore Ganni ha proposto di riciclare i sacchi a pelo utilizzati ai campi estivi e invernali dal Gruppo Scout Buglianese.

Questa notizia si è diffusa portando l’indignazione in tutto il Campus, e tempo pochi giorni è arrivata una donazione anonima: un camion coi vetri oscurati e senza targa ha recapitato in via Nureyev un carico di nuovi letti Medbed ancora sigillati, accolti dal forte entusiasmo dei negativi.

[ChaserGiulia, registrazione: cosa sono i medbed?]

“Virus! Cosa sono questi medbed, cosa pensi? Secondo te posso diventare positiva solo sdraiandomi sopra? Come funzionano?”

[Conduttore]:

Ci mancava solo la giornalista, si faccia i cazzi suoi pure ! Io non sono competente quindi non posso dare spiegazioni sui letti medbed, so soltanto che funzionano coi biofotoni. Alone viola sui positivi e bianco sui negativi, non ho idea cosa possa accadere se un positivo e un negativo ci si stendono sopra assieme.

Dalla mia esperienza, i biofotoni non funzionano per verificare se il tuo partner è positivo o negativo, quindi, non mi fiderei più di tanto. Dopodiché scegli tu!

[ChaserCamilla, registrazione]:

“Virus! Ho sentito dire che Mercury nel 1991 è stato fatto coricare su un medbed. E se ora è qui con noi al Campus IBUOL e in forma, è grazie ai biofotoni e alla lungimiranza del dottor . Quindi sono pronta a sperimentarlo oggi stesso.”

[Conduttore]:

Abbiate pazienza follower, è solo invidiosa perché è la terza volta che un positivo la rifiuta allora ha bisogno di inventarsi queste false notizie per darsi un tono. Niente di più.

[Tatiana, registrazione]:

“Ciao HIV, io posso solo dirti di aver provato i Medbed quando sono stata in vacanza con mio padre adottivo durante Halloween ma dovresti saperlo, è stata una terribile esperienza e voglio che mi spieghi per quale motivo non mi hai protetto.”

[Conduttore]:

In questa sede è inopportuno dare spiegazioni in merito a certe scelte, la faccenda medbed comunque non si chiude qui: i letti rimarranno al Campus in via Nureyev nelle stanze ancora chiuse e inutilizzate perché devono essere svolti accertamenti, prima di metterli in funzione.

Piuttosto, confido nei follower di Bugliano Cold per trovare due volontari che alloggiano nella sede di via Gagarin, per convincerli a traslocare di là e far loro provare i letti Medbed.

*** NOTA DEGLI AUTORI: Il contenuto che stai leggendo è e rimarrà gratuito ma diventando nostro sostenitore su Patreon avrai accesso a racconti esclusivi. Grazie!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: