Bugliano Cold: la moglie gonfiabile

Tempo di lettura: 6 minuti

Torna Bugliano Cold, il servizio che indaga sui misteri dell’università IBUOL e non solo. E accogliamo con immensa gioia il nuovo conduttore: addio Segugio Sega, benvenuto !

Consiglio Studentesco IBUOL


Bugliano Cold: Messaggio di benvenuto

[Conduttore]:

Ben ritrovati follower di Bugliano Cold! Sono davvero felice di potermi rendere utile per la città; no che prima non lo fossi, ma da ora in poi tanta più gente capirà quanto io sia importante per la collettività.

Qualcuno già ci tiene a ricordare un proverbio, “i cimiteri sono pieni di persone insostituibili” sì, certo, col piccolo dettaglio che io sono un virus. E di solito la mia specie viene maltrattata anzi gli umani vorrebbero eliminarci dalla faccia della terra.

Quelli pericolosi naturalmente sono i soliti negativi, almeno ora che ci sono io a raccontare i misteri di Bugliano ho la certezza che loro non siano in grado di sentirmi quando parlo. Meglio così.

[Ascoltatore anonimo, registrazione]:

“Caro Segugio Sega, mi manchi! Perché te ne sei andato? Io avrei preferito che rimanessi tu. Si stava meglio quando si stava peggio, davvero qui tra LGBT infinito e oltre, stranieri, animali domestici e selvatici, ci mancava solo un virus a gestire l’unico media indipendente e siamo decisamente al capolinea.

Povera Bugliano, povera Italia, povero mondo.

Lo giuro su dio, patria e famiglia: finché sarò vivo continuerò a difendere omofobia e come libertà fondamentali e andrò fino in Parlamento per renderli diritti costituzionali! La nostra città è l’apripista delle migliori innovazioni, lo sarà anche in questo senso. Vedrete.”

[Conduttore]:

Caro ascoltatore, che anonimo più non sei: hai finito di rompere il cazzo? Ogni settimana vuoi creare un clima di instabilità tra i fedeli ammiratori di Bugliano Cold, il segugio te lo permetteva perché anche a lui – a loro – conveniva restare nell’anonimato io però non ho interesse a nascondermi, allora tutti sappiano che l’ascoltatore anonimo provocatore si chiama Daniel Fuffaro ed è l’insegnante di filosofia qui all’università IBUOL, un negativo frustrato a cui nessuno ha voluto trasmettere neanche la versione più attenuata del mio ceppo e adesso se la prende con chiunque.

Te la do io la sierofobia e omofobia di stato, fra te e il tuo amichetto Umberto Ganni avete finito di predicare la famiglia tradizionale e in contemporanea portare avanti una relazione clandestina tra voi, tirandovi anche dietro nei locali più gay di Bugliano pure il senatore Matteo Doroteo. Con questo, credo per oggi di averti dato spazio sufficiente.


Cold soft: La musica al Campus

[Conduttore]:

Come in molti sapranno, giorni fa abbiamo avuto un attacco informatico all’impianto di diffusione musicale, ci avevano imposto dall’alto il Reggaeton; e per scongiurare qualsiasi altro danno ho dovuto nascondermi tanto che in questo periodo nessuno era positivo, neanche i più prolifici. Cosa che se lo fosse venuta a sapere la scienza dei Poteri Forti come minimo avrebbe usato quella musica come vaccino contro l’HIV!

Dubito comunque che quei ricercatori fuori Bugliano avrebbero avuto successo, non ritengo il mio collega cattivo e letale così intelligente da avere dei gusti musicali come li ho io.

[GifterAdri, registrazione]:

“Finalmente ti sei convinto, HIV! Quante volte ho dovuto chiedertelo? Bugliano Cold deve essere tuo, nessun individuo umano può avere diritto di sindacare su questo. Voglio solo ringraziarti della tua presenza, è solo merito tuo se qui resistiamo. E soprattutto grazie di aver risolto l’attacco informatico, adesso al suo autore penso io!”

[Conduttore]:

Grazie a te, GifterAdri! Aspetto belle novità lato conversioni. Quando riprendi a trasmettere?
Detto questo, vorrei svelare chi sia l’autore dell’attacco: abbiamo temuto in molti una strategia offensiva del Dissanguatore, il vero o presunto serial killer che terrorizza Bugliano e il mondo; invece, non so come dirlo: a mandare in blocco l’impianto è stata Joleen. Sì, lei, , la figlia di e Kelly… O Callie, ancora devo capire bene come si chiama davvero quella umana lì. Joleen ha tentato di spiegarsi e provo a mandare il suo messaggio dove si scusa per l’accaduto. Diciamolo pure, questo è un caso soft e solved insieme Bella soddisfazione!

[ChaserJolly, registrazione]:

“Mi spiace, mi spiace davvero. Non volevo fare danni ma sono curiosa per natura e quando sono arrivata qui al Campus con mamma papà e nonno, ho provato a collegare il mio telefonino al wi-fi per giocare ai quiz. Però poi ho visto che c’era l’icona con le note musicali e sono entrata sperando di trovare canzoni che mi piacevano. Mi chiedeva la password e mi vergognavo a domandare il permesso agli amici di papà e nonno allora ho provato tante combinazioni finché sono entrata nel sistema amministratore.

Là dentro ho visto tanti nomi di cantanti con la ‘x’ di fianco e visto che quelli non mi interessavano li ho cancellati tutti. Non sapevo che fossero i nomi degli altri studenti e prof, io ho solo messo la musica che uso per allenarmi non l’ho fatto apposta lo giuro!

Poi la vostra password era 123456 io cosa potevo fare? Scusate tutti ancora non succederà più!”

[Conduttore]:

Quando si dice niente minorenni al campus è questo che si intende. Joleen sa perfettamente quello che vuole, ma non ha ancora la maturità per ottenerlo! E io non posso fare molto, dato che è (ancora) negativa; l’unica mia possibilità è impedire la sua in questo momento, perché si sta avvicinando al gifter sbagliato. Provvederò a bloccare lui!


Cold medium: Libero eros

[conduttore]:

Sono spiacente nel comunicare che la manifestazione Libero eros, annunciata per i giorni dall’1 al 4 giugno, è saltata. La Pro Loco VisitBugliano non ha dato il benestare e ancora è impossibile capirne la ragione. Comunque voglio evitare di arrabbiarmi con loro, i fondatori di VisitBugliano sono sempre solidali con la mia comunità e visto com’è andata in primavera hanno pure promesso la replica dell’evento bungee jumping.

[Rocco De Rocchis, e-mail]:

“Ciao Bugliano Cold, e benvenuto HIV! Ti seguo molto volentieri fin dall’inizio. Credo che il pubblico meriti una spiegazione a proposito della manifestazione Libero Eros. Sono stato io a non autorizzarla dopo che a Luca, l’ex socio di Jessica Filibui al Papero Offeso, è stato diagnosticato l’AIDS.

Cosa posso dirti virus, ho paura che sia arrivato qui il tuo collega letale e abbia iniziato a far danni per cui ho dovuto vietare ogni manifestazione che preveda contatti intimi. Non ce l’ho con te, né col tuo gruppo di umani alleati; ce l’ho con gli stronzi degli scorpioni che entrano abusivamente e credono di poter dominare il mondo.

Con immutata stima, Rocco De Rocchis, fondatore della VisitBugliano.”

[Conduttore]:

AIDS a Bugliano? Sono consapevole che quando si parla di salute pubblica la comunicazione è essenziale ma quando è in corso una missione per stanare un serial killer e si vogliono usare armi non convenzionali, il silenzio è allo stesso modo importante anzi direi pure questione di vita o morte.

Posso solo dirti Rocco, che non c’è da temere l’AIDS a Bugliano perché, ecco, insomma, è tutto sotto controllo e ci metto l’RNA sul fuoco. Sono stato io a mandare Luca in AIDS e ho le mie ragioni, quello è un sistema di difesa che utilizzo solo agli estremi e te l’assicuro, è stato l’unico modo per toglierlo dai guai. Non posso dirti altro.


Cold hard: La moglie gonfiabile

[Conduttore]:

Sono stato incerto se condividere o meno, visto come hanno trattato la povera Arianna Preziosi. Uccisa, imbalsamata e usata alla stregua di una bambola gonfiabile; prima o poi rivelerò tutte le crudeltà che Arianna ha visto, ma ora non è il momento. Fatto sta che la Pro Loco si è inventata un sistema per evitare i divorzi: la moglie gonfiabile.

[Dalla Pro Loco, citazione]:

“Visto l’alto tasso di separazioni e divorzi,la ProLoco unitamente a Don Trombino,parroco della Cattedrale del Piccolo viandante che vien dal mare con le scarpe chiare,e le sporca nel fango prima di entrare, è lieta di presentare a tutti i singoli e non,la Moglie Gonfiabile.

E con essa, mai più divorzi!

La suddetta moglie, in caso di sgonfiaggio rapido in seguito a bucatura, può essere riparata da un qualsiasi gommista, oppure anche in casa con il pratico kit compreso nel prezzo.

La Moglie Gonfiabile costa solo 299.90 Euro, che con il pratico kit di riparazione diventano 800 Euro.

Prenotazioni solo ed esclusivamente alla ProLoco.”

[Conduttore]:

Sono il primo ad apprezzare le iniziative della VisitBugliano e il fondatore Rocco mi ha promesso che mi avvertirà subito in caso di umani sospetti che vogliano la moglie gonfiabile. Intanto io sto provvedendo a verificare se sono effettivamente di gomma o qualche altra femmina umana è finita come la povera Arianna.

Da parte mia, garanzia massima di controllo su possibili mogli gonfiabili vendute a 10 euro. Raccomando tutti gli ascoltatori del Bugliano Cold, di segnalare immediatamente quest’eventualità, anche e soprattutto se se ne è gli acquirenti perché i falsari hanno solo un modo per simulare la moglie gonfiabile: uccidere quella vera e ridurla, sappiamo tutti come.


La moglie gonfiabile, fonte Visit Bugliano

Nota degli autori: la storia della moglie gonfiabile arriva dalla pagina Facebook VisitBugliano, Pro Loco di Bugliano.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: