Italiano
English

Bugliano Cold: non sento, spacco tutto!

Aggiornato il:

Da:

MONDO REALE: finito Sanremo, vogliamo un po’ fare il verso agli spaccatutto e slinguazzatori che il festival 2023 si è portato dietro.

MONDO POSITIVO: i nuovi iscritti all’università di Bugliano hanno accuratamente decorato il campus in via Nureyev coi fiori dopo la sua inaugurazione, ma è bastato un bullo che ha gridato: “spacco tutto!” per vanificare un lavoro di mesi e dobbiamo constatare che non sia l’unico caso di offesa verso l’ambiente.

Siccome vogliamo mantenere su Bugliano la reputazione di inclusione e rispetto che ci ha sempre contraddistinto, questo Bugliano Cold prenderà netta posizione sugli ultimi eventi irrispettosi verso la natura e sarà concentrato sulla difesa di piante e animali del territorio.


Bugliano Cold Soft: il pappagallo muto

[Conduttore]:

Follower! Sono sempre io. HIV di Bugliano. Virale senza essere un influencer.

Purtroppo devo iniziare l’episodio con una notizia che fa indignare: la Pro Loco Visitbugliano, più precisamente il suo fondatore Rocco De Rocchis, ha adottato un pappagallo!

Cosa c’è di scandaloso, chiederete; il fatto è che il pappagallo è muto e la storia pareva finita come una fra le più classiche “adozioni del cuore” con la celebrità che si prende cura di un animale disabile abbandonato dal mondo.

Nulla di tutto questo, invece: la Pro Loco non si preoccupa di riabilitare il pappagallo e delega il compito ai cittadini: “vince 500 euro chi fa parlare il pappagallo, sborsa 100 euro chi ci prova e non ci riesce”. Un modo come un altro per guadagnarci, è chiaro.

Se questa vi sembra civiltà! A costo di rovinare la mia amicizia con Rocco De Rocchis, denuncio pubblicamente che il pappagallo è nel salone eventi della Pro Loco e ha le zampe incollate col nastro biadesivo al trespolo, per impedirgli di fuggire. E Rocco che fa? Promette una vincita quasi certamente impossibile, sperando di raccogliere fondi per la sua Visitbugliano.

[Rocco De Rocchis, e-mail]:

“Virus! Questa volta devo smentirti: il pappagallo è abituato al biadesivo da sempre, anzi da come si comporta quando glielo cambio, credo sia l’unico esemplare uscito dall’uovo con lo scotch sotto i piedi; solo la sera vuole farselo togliere perché gli faccio la pedicure e poi lo metto a dormire!”

[Conduttore]:

La domanda sorge spontanea: se il pappagallo è muto, come fa a richiamare l’attenzione quando ha bisogno di togliere lo scotch? I casi sono due: o è finto, o non è muto affatto!

[ChaserNucleus, registrazione]:

“Spezzo una lancia in favore di De Rocchis: il pappagallo parla, ma soltanto con chi vuole lui! Rocco è l’unico a esser riuscito a fargli pronunciare due parole e si è intascato i soldi del concorso dopo che quella povera bestia ha detto: lasciami stare!”

[Antonio Falco, registrazione]:

“ChaserNucleus racconta bugie, sono io ad aver vinto i soldi. Come ho fatto? Semplice, il pappagallo della Pro Loco parla perché gli ho infilato un altoparlante senza fili sotto la coda e ce l’ha talmente lunga che nessuno si è accorto del trucco. Lo comando io a distanza con lo smartphone!”

[Conduttore]:

Possibile che Antonio Falco debba truffare i cittadini onesti? La sua disabilità visiva non lo esonera dal rispetto della legge, quindi adesso avvio una nuova campagna perché il pappagallo venga riadottato.

Qualunque buglianese di animo gentile, umano alieno o virus, si prenda cura di questa creatura e magari le dia anche un nome e la libertà. Mai più biadesivo sulle zampe! Il contatto del Bugliano Cold è sempre lo stesso e mi auguro qualcuno si faccia avanti presto o in alternativa lo prendo io.

[ChaserJolly aka Joleen, registrazione]:

“Proprio tu virus parli di maltrattamenti sugli animali e poi sei il primo a sfruttare un cigno come mezzo di trasporto. Smetti di essere ipocrita, HIV di Bugliano!”

[Conduttore]:

Chissà quali gruppi sovversivi frequenta ChaserJolly, si commenterebbe da sola ma io preferisco chiarire anche questo punto: il mio cigno, air force, è istruito e consapevole di cosa sta facendo; siamo in simbiosi quindi per favore si evitino polemiche nei miei confronti.


Cold medium: il cane maniaco

[Conduttore]:

Carabinieri di Bugliano. Il Maresciallo Capo Gaetano Fondina ha allarmato l’intero paese raccontando di un cartello che indicava la presenza di un animale pericoloso: “Attenti al cane. Morde, sbrana, uccide e balla sui cadaveri.”

Inutile specificare che, a eccezione del dissanguatore, nessun altro episodio di morte violenta è stato segnalato a Bugliano negli ultimi 40 anni perciò la falsa notizia è più che evidente.

Per sicurezza comunque, ho scelto di indagare insieme al migliore tra i miei umani. Criminologo Profiler Adri La Scala.

Dopo aver impostato il navigatore ci siamo recati presso l’abitazione indicata dai Carabinieri e, in effetti, c’era un cane accovacciato davanti al cancello. Non dentro, ma fuori!

Adri si era portato la pistola d’ordinanza a scanso di ogni pericolo ma appena si è avvicinato all’animale, questo gli è saltato addosso iniziando a leccarlo ovunque. E sarebbe così che morde, sbrana e uccide?

[Ascoltatore anonimo, registrazione]:

“Queste perversioni non si possono più sentire! Maschi alfa che si fanno baciare dai cani! Basta con questa depravazione dell’amore universale! Uomini con uomini, donne con donne, umani con virus, alieni, e addirittura cani. Ora basta davvero!”

[Conduttore]:

Un po’ di piacere fisico a Matteo Doroteo ogni tanto va concesso; la sua più gran soddisfazione è puntare il dito su di noi, è un sacco di tempo che nessuna femmina umana lo considera per cui l’invidia lo sta distruggendo.

[Maresciallo Gaetano Fondina, registrazione]:

“Confermo che il cartello sulla pericolosità del cane è stato affisso dal signor Doroteo; io rappresento le forze dell’ordine perciò mi sono sentito in dovere di segnalare l’accaduto poi a ognuno le proprie scelte!”

[Conduttore]:

Dimostrandosi superiore a ogni polemica, Adri ha deciso di prendersi cura dell’animale: da oggi in poi la squadra si allarga ancora di più: umani, alieni, virus e un quattro zampe di cui ancora non è stato deciso il nome.

Ancora una volta, malgrado Doroteo e i suoi deliri, Bugliano si dimostra per quello che è: un paese inclusivo, forse il più inclusivo di tutto il mondo.


Cold Hard: Non sento! Spacco tutto!

[Conduttore]:

Questo sì, è uno scandalo: proprio nel giorno degli innamorati, qualcuno ha vandalizzato i fiori del Campus in via Nureyev. Le rose allestite per l’occasione da Greta Flaminia Lando e il suo gruppo Bugliano Pulita, sono state prese a calci e pugni, irrimediabilmente danneggiate dalla brutale forza del bullismo.

[Greta Flaminia Lando, registrazione]:

“Virus! Non è il mio stile piangere in pubblico ma questo è uno scempio. Inammissibile. Fai qualcosa tu se la polizia non interviene. Cosa gli avranno fatto mai i miei fiori? Il pianeta è anche il loro e si stanno scavando la fossa gli stronzi! Non c’è un pianeta B!”

[ChaserNucleus, registrazione]:

“Greta, calma. Urlare non serve a niente, so chi è stato a spaccare i fiori e presto avrà ciò che merita. Anche se è figlio di uno importante.”

[Conduttore]:

Anche io conosco l’autore di quel gesto, e mio malgrado mi sento in parte responsabile per non averlo fermato: visto come si sta comportando nell’ultimo periodo, gli ho inibito l’accesso a Bugliano Cold e lui se l’è presa coi fiori perché dopo aver acceso la radio sentiva solo silenzio.

“Non sento niente! Se va avanti così spacco tutto!” Riccardo Preziosi Turnpike, proprio lui. Si è messo a urlare così per giorni e nessuno ha mosso un dito.

Io avrei voluto fargli salire la febbre o causargli uno svenimento, anzi, sarebbe stata più efficace la dissenteria appena l’ho visto pericolosamente vicino alle rose. Invece, quei dannati medicinali che prende, gli hanno reso la carica virale non rilevabile e così mi impedisce di prendere qualunque provvedimento.

Come posso aiutare il Campus, più che far comprendere a tutti chi sia Riccardo? Adesso mi auguro solo che lo capisca Greta, lei merita amicizie migliori rispetto a quel bullo.


Ultima modifica:


2 risposte a “Bugliano Cold: non sento, spacco tutto!”

  1. Avatar Kikkakonekka
    Kikkakonekka

    La mia vicina di casa tiene in casa 2 pappagalli, e li tiene liberi di volare in soggiorno ed in mansarda. Poi loro, per abitudine, tornano a dormire nella gabbia, che lei copre perché per dormire hanno bisogno del buio.
    Uno dei 2 pappagalli, sempre lo stesso, è “scappato” per ben 2 volte, ma – miracolo – per ben 2 volte lo hanno ritrovato: una volta è rimasto sull’albero davanti a casa, una seconda volta lo ha trovato un vicino di casa dentro ad un fienile.

    1. Avatar Elettrona e Gifter
      Elettrona e Gifter

      Naturalmente questa è una storia di fantasia – come tutte quelle categorizzate con “mondo positivo”; il pappagallo della pro loco potrebbe diventare un ulteriore personaggio delle storie che svela i gossip degli umani, mai come fa il virus però!
      In ogni caso, -mondo reale mode on-, i pappagalli sembrano essere dei volatili intelligentissimi; riconoscono la casa e il padrone, chi gli dà il cibo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Le storie ambientate nel “Mondo Positivo” sono opere di pura fantasia e non rappresentano fatti o persone reali. Gli autori, attivi da tempo nella lotta a HIV e AIDS, utilizzano queste narrazioni per contrastare lo stigma legato all’infezione.

Si sottolinea che tali racconti non incoraggiano comportamenti dannosi per la salute ma la finalità è sensibilizzare sulla prevenzione educando al rispetto per le persone che vivono con l’HIV.


Mondo positivo: sezioni


Newsletter (italiano/inglese)


Social Network Decentralizzato (Italiano/Inglese)

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS globale..


Social decentralizzato in italiano

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS italiano.

Scopri di più da PlusBrothers

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading