Povera invidiosa!

Il rancore della gente invidiosa non ha confini. La giornalista di gossip crede di aver scoperchiato un enorme scandalo all’interno della IBUOL, ma lei non è pulita come vuol far credere!

[A cura di: HIV di Bugliano]


Crede forse di farmi paura quella lì? Tracy Romeo, e chi l’ha mai sentita? Lei è convinta sia sufficiente un articoletto con quattro bugie in croce per distruggere la reputazione di uno come Raymond Still! Povera ingenua, se l’è presa con le persone – anzi le entità – sbagliate perché Ray prima di avere un avvocato competente a difenderlo da ogni accusa, ha me e io non sono facile da mettere a tacere, di questo possono star sicuri tutti quanti!

La verità è che questa Tracy è arrivata da Scivolate sull’Oglio per dar seguito all’annuncio in cui Ray Still cercava esseri umani da far entrare in simbiosi con l’HIV mutato nel suo laboratorio, insomma, col sottoscritto; Bugliano e Scivolate sono località in conflitto tra loro da secoli nello sport e non solo, perciò Tracy ha preso la palla al balzo: “Ray è a Bugliano, io sono l’unica scivolatese a rispondergli, mi accetterà!” Senza considerare che non è il dottor Still a selezionare chi includere nella ricerca, ma sono io a mio insindacabile giudizio. Può essere uno studente modello, ma se non va bene a me non se ne fa nulla! Io sono il virus, io decido chi dividerà l’esistenza con me.

E dirò di più: se l’allievo è idoneo per gli umani ma non per me, faccio in modo tramite febbre o altri sintomi che fallisca anche il confronto coi propri docenti esattamente com’è accaduto a Tracy Romeo, alla quale è rimasta solo la rubrica del gossip. Altro non poteva fare: quel tipo di giornalismo è fondato su notizie principalmente inventate di sana pianta, non servono grandi competenze e quella ragazza, dopo esser stata bocciata in ogni programma della IBUOL, si è ritagliata un’opportunità nel mondo più sporco che esista.

Il grosso problema di Tracy è che vuol sapere i fatti degli altri ma guai se qualcuno si preoccupa dei suoi! Tutti gli umani solidarizzano con lei quando, vedendo una macchia sul muro, si spaventa credendolo un fantasma. O quando uccide una zanzara piena di sangue e, anche se è il suo, urla terrorizzata dall’AIDS. Proprio così, neanche sa la differenza tra HIV e AIDS, dove vuole andare la grande giornalista?

Io però ho la certezza che la sua sierofobia sia solo di facciata perché proprio domenica 21 novembre ha messo le mani addosso a Freddie, insomma quello che molti di voi ancora chiamano Zach Nolan e voleva costringerlo a posare per una foto – questa è la versione ufficiale ma io ero lì e ho visto tutto. “Ti prego”, gli ha sussurrato. “Non è che puoi fare un regalo per natale alla tua chaser Tracy? Dai Gifter Freddie, cosa ti costa!”

Anche se ormai è inutile ribadire l’ovvio, questa è l’ennesima dimostrazione di quanto dietro a un sierofobico si nasconda un bug chaser represso! Fortunatamente poi i poliziotti l’hanno portata via, ma dato l’articolo rancoroso che ha scritto ieri vuol dire che non l’hanno intimorita abbastanza, bisogna farla uscire allo scoperto per quello che è sperando che si dia una regolata! Io in ogni caso non sono disposto ad averci a che fare in alcun modo perché è negativa nel carattere, oltre che nello status!

Comunque lasciando perdere questa povera invidiosa, tengo a informare tutti gli allievi che Raymond Still ha già sporto denuncia per diffamazione verso di lei coinvolgendo anche l’avvocato Bruno Maggio che pur essendo un NEGATIVO è una persona a modo e non crea problemi, anzi è molto curioso di conoscere anche il pensiero di noi virus perché a suo dire possiamo aiutarlo a vincere le cause più difficili. E io sono qui! Maggio aiuta Ray, io do una mano a lui.

In più, stamattina a colazione ho trovato Freddie ai distributori automatici, tornati in funzione dopo il messaggio di Sa6Ta6Na6 e insieme c’era anche Ray che non stava più sulla sedia a rotelle. Era lento a muoversi e Freddie gli dava una mano, questo sì; ma almeno è ancora autonomo e soprattutto lucido.

Io gli ho più volte fatto presente che ci sono, posso aiutarlo provando a combattere dall’interno le cellule cattive che lo stanno uccidendo, ma è lui a non volerlo. Dice che sarei una distrazione per il suo lavoro, ma per me ha solo paura! Non insisto, vediamo se lo convincerà Freddie!

Entrambi comunque temono il killer dissanguatore e anche lì ho cercato di rassicurarli: fino a che io sarò presente all’interno della IBUOL, o in laboratorio o nel DNA di qualsiasi buglianese, il killer può uccidere chi vuole e non l’avrà mai vinta. Nessuno muore veramente, fino a quando sto qui io.

HIV di Bugliano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: