Il cerchio si chiude

Tempo di lettura: 6 minuti

Le azioni di sabotaggio al CampusIBUOL continuano senza sosta. Prima gli altoparlanti e la connessione Internet, poi l’aria condizionata, alla fine i telefoni, e si trovano in difficoltà. C’entra qualcosa il Segugio di Bugliano Cold?


Floyd Turnpike: Caldo insopportabile

Ci saranno stati 35 gradi nella mia stanza; dormire era a dir poco impossibile e non avevo alcun posto dove rinfrescarmi perché anche il mio frigorifero portatile non dava alcun segno di vita, ho potuto solo alzarmi e seguire la mia solita routine: alle 5 in punto di mattina, sono sceso al Buongiornissimo Café di fronte al campus, dove abitualmente mi aspetta ogni giorno il Segugio del Bugliano Cold.

Stavolta però, appena uscito in parcheggio, mi sono trovato davanti una scena da non credere: il mio grande allievo, amico e collega Adri stava fumando una sigaretta! Proprio lui che aveva un sacco lottato per togliersi il vizio, ancora prima della sua . Se Ray Still lo sapesse!

“Senti Turnpike non rompere tanto il cazzo, fa caldo e ci siamo trovati di punto in bianco col test negativo tutti quanti. Facciamoci una sigaretta e chi se ne frega del mondo visto che non abbiamo più niente altro…”

Ho tentato di insistere: negativi quanto sia, ma il nostro virus ci ha fatto capire di aver solo provato a nascondersi per proteggere se stesso e noi quindi se riprendiamo a fumare gli facciamo solo un danno. Adri si è convinto a buttare la sigaretta solo quando gli ho fatto sapere che avremmo incontrato il Segugio se ci fossimo sbrigati, e alla fine è venuto con me all’interno del Buongiornissimo. Sarebbe stata questione solo di attendere.

Nulla da fare invece, dentro c’era solo la ragazza delle pulizie, ; teneva il secchio della spazzatura in mano e piangeva. “Sai Floyd, mi sa proprio che oggi neanche apriamo”. Ma appena ha visto anche Adri, l’ha guardato malissimo e ignorato platealmente.

L’ennesimo test negativo le ha procurato una ventata di pessimismo, è ovvio; nemmeno ho avuto il coraggio di comunicarle la scelta compiuta dal nostro HIV. Alex non è diversa da tutti gli altri negativi e senza virus nel sangue non capirebbe quanto sia importante la discrezione in un caso delicato come quello del Dissanguatore.

“Se cercavate quelli con la maschera da cane, non si son visti. Adesso però andate via, lasciatemi stare che già mi girano le palle per i fatti miei!”

Che ragazza scorbutica, avrà il ciclo! O forse è il caldo maledetto che si sente pure qui. Anziché raffreddare, i condizionatori buttano aria bollente!

Floyd Turnpike: Ora fanno sul serio

Finché si trattava di musica stupida dagli altoparlanti, ci siamo anche potuti permettere di non preoccuparci troppo; io e Adri tutto sommato eravamo anche divertiti dal Reggaeton o le cover improbabili dei Queen ma in questo modo abbiamo lasciato campo libero al Dissanguatore o chi per lui! Avrà capito che uccidere non vale la pena e può tenerci in ostaggio lo stesso. Non ha perdonato mai il fatto che io mi sia tolto dal giro appena ho compreso le sue reali intenzioni con la povera Arianna Preziosi e ce la sta facendo pagare con gli interessi.

“Avevi ragione, capo”, mi ha detto il profiler appoggiandosi a un tavolino. “Se ti ascoltavo a quest’ora l’impianto per la musica e il climatizzatore funzionavano!”

Sarò anche della vecchia scuola ma tutti i sistemi moderni funzionanti solo con lo smartphone e Internet mi hanno sempre suscitato enormi perplessità e quanto accaduto è una piena conferma del mio pensiero. La tecnologia è bella, fino a quando sei solo tu a controllarla però se qualcuno si impadronisce degli accessi, sono problemi seri! Adesso è tardi per una soluzione ibrida, che se va in blocco basta usare i metodi tradizionali; il CampusIBUOL con tutta la sua innovazione ormai è in mano a chissà chi.

“Ma insomma! Ve ne volete andare?” Alexandra ci si è praticamente scagliata addosso. “Ho appena pulito questo tavolo e me lo state smerdando con l’HIV”.


Adri: una sierofobia sospetta

Se avessi la carica virale ancora bella integra, l’HIV ce l’avresti già in corpo! Mi sono avvicinato ad Alexandra e senza farmi problemi le ho appoggiato una mano sul sedere; qui c’è decisamente qualcosa che non funziona, io non sono nato ieri e quando ci si espone con una così evidente e urlata, il motivo è solo uno: chi disprezza compra. A un profiler e come me non la racconti!

“Io NON sono una ! Come cazzo devo ripeterlo? Lasciami stare o ti…”

Ti cosa, ti denuncio? E a chi, se siamo noi la polizia! Poi chissà perché, dicendolo, ha accuratamente evitato di guardare negli occhi sia me sia Floyd. “Tenetevelo quel maledetto HIV, io non ho alcuna intenzione di esser trovata morta fra qualche anno!”

Floyd è il primo a toccare ferro; questa qui ha proprio voglia di portare sfortuna! O forse sta cercando di dirci qualcosa?

“C’è solo che dovete andarvene! Io non voglio uomini tra i piedi me ne è già bastato uno e la sto pagando cara”.

La situazione è seria: Alex si è appoggiata una mano sulla pancia e tutto questo non è bene, di solito parlare così e toccarsi il ventre significa gravidanza indesiderata.

“Speravo almeno mi aumentasse lo stipendio come aveva promesso quel bastardo, invece si è divertito e se n’è andato lasciandomi incinta e negativa. Che cosa devo fare adesso?”

E poi questa non è una chaser? Resta solo da capire chi sia stato a metterle le mani addosso.

“Umberto, insomma quel pervertito di Ganni. Mi diceva che se stavo con lui avrei ottenuto la cattedra per insegnare educazione all’igiene, e alla fine non è andata così.”

Io e Floyd siamo entrambi consapevoli di quanto il rettore sia tutt’altro che serio ma dubito possa aver messo incinta una ragazza dopo tutti gli sproloqui che lo si sente fare contro i rapporti prima del matrimonio, è palese che Alexandra stia proteggendo qualcuno e cerchi in qualche modo di farla pagare a Ganni per la decisione di chiudere il campus.

Anche se, incastrare una persona per un abuso mai commesso è il modo migliore per perdere credibilità e danneggiare anche la causa del CampusIBUOL che sta a cuore a tutti.

“Inutile che insistete! Andate via, ve lo chiedo per l’ennesima volta!”


Floyd Turnpike: Il cerchio si chiude

Pure io come Adri non sono nato ieri e questa storia per me ha un significato solo. Il Segugio non si presenta all’appuntamento, sappiamo alla perfezione che a creare Bugliano Cold sono in due, Alexandra è scorbutica, incinta e parla a mezze parole, il Segugio è lei e l’abbiamo presa con le mani nel sacco!

Stai a vedere che credevo di avere in pugno Sega da settimane e mi tocca rifare tutto daccapo? “Non voglio l’HIV se no tra qualche anno sono morta”? La complicità fra e gli esseri umani è nota anche ai dinosauri della preistoria, Alex non può lavorare qui e avere tutta questa sierofobia arrivata dal nulla. Con quella frase voleva dire altro!

Abbiamo una complice del Dissanguatore a far le pulizie nel campus e annesso bar caffetteria, e si è pure messa a indagare sui misteri di Bugliano per poter ottenere la nostra fiducia? Benissimo, ora ne risponderà in pieno. L’abbiamo circondata, e senza badare a delicatezza io le ho messo le mani ovunque; poteva divincolarsi quanto voleva ma io ero nettamente più forte di lei.

“Lasciala stare, animale!” Adri si è messo in mezzo tra me e lei, come se poi io potessi farle violenza. Ho solo voluto perquisirla per controllare che non avesse coltelli con sé.

“Fermo capo”, il profiler ha spinto Alexandra lontano da me. “So che tu e il Segugio vi incontrate qui ogni mattina, Turnpike. Li ho visti… Le ho viste, senza maschera”.

Io invece ho avuto e continuo ad aver paura di loro; hanno sempre il volto coperto e parlano sottovoce per non farsi riconoscere, chiunque si comporti così è perché ha qualcosa da nascondere quindi la mia collaborazione con Bugliano Cold si chiude qui. Dovrò solo cercare di tirar fuori Alex da questo giro ammesso che già non sia troppo tardi!

“Non hai capito niente, capo! Possibile che il nome Sega non ti dica nulla? Sei scemo davvero così o ci fai?”

Essere il mio miglior allievo di sempre non vuol dire poter permettersi questa arroganza col proprio superiore, io su questo non transigo più.

“Sega non significa gesto autoerotico né persona di poco valore, né utensile di falegnameria. E col tuo comportamento stai facendo il gioco del dissanguatore.”

Sega, certo, è un’azienda che fa giochi. Ma cosa c’entra col segugio?

Adri ha lasciato Alexandra alle sue pulizie ed è corso fuori, io l’ho seguito poco dopo.

“Sono iniziali, Floyd! Un gioco di nomi che io e te, coi nostri, non potremmo fare. Le mie due discendenti virali, hai presente?”

ed , come no. Le ragazze che stiamo proteggendo. Iniziali, sì! Come ho fatto a non capirlo? Solari Eliana, Grant Alison. S. E. G. A. Il cerchio si chiude, e come!


Il cerchio si chiude – Glossario:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: