International Condom Day

Tempo di lettura: 4 minuti

MONDO REALE: il 13 febbraio, alla vigilia di San , si celebra l’International Condom Day giornata finalizzata a ricordare l’importanza dei profilattici come mezzi per prevenire le malattie a trasmissione sessuale; da notare fra l’altro che hanno previsto eventi in molti paesi dell’Europa orientale, ma in tutto il resto del continente -Italia inclusa- neanche se ne parla, e il sito stesso della manifestazione è in inglese.

BUGLIANO, MONDO SIEROCAPOVOLTO: il CampusIbuol è in agitazione per uno scatolone di preservativi recapitato da un anonimo…


Ready to go!

“Ali! 200K VL, Ready 2 go!” Una notifica, un messaggio in codice che ho capito al volo: 200.000 viral load, siamo pronti! Altro che la sveglia, io di solito sono pigra e il fine settimana neanche le bombe mi tirano giù dal letto, ma come si fa a rimanere indifferenti a un messaggio simile? Se GifterAdri ha la carica virale a 200 mila il giorno prima di San Valentino, sarà il caso di approfittarne subito!

Detto, fatto: mi sono alzata al volo senza curarmi delle altre ragazze ancora sdraiate sui letti a fianco al mio, intenzionate a rimanere sotto le lenzuola.

“Ma dai, sarà sempre uno scherzo!” ChaserCamilla si è girata di spalle e , sull’altro letto, ha indossato un paio di auricolari. Ormai c’è poco da fare con lei, non le piace socializzare più di tanto oltre a rifiutare di condividere con noi il proprio virus. e orgogliosa di esserlo, evidentemente.

Pazienza, lasciamola perdere! Prima di scendere in Aula POSifunzionale ho cancellato alcune notifiche; i giorni scorsi mi sono messa a cercare informazioni sulla donna morta di cui era scritto nella lettera al CSI e ho trovato qualcosa, ma tutto riferito a una signora allontanatasi volontariamente; io non sono certo come la collega del gossip, Tracy Romeo, che appena ha una notizia approssimativa la fa girare come scoop. Se Arianna Preziosi di cui parla il web è veramente morta nel 2014, dovrò portare le prove di quanto scrivo, ora come ora ho in mano soltanto la lettera anonima in questione e alcune mail del mio capo redattore, che mostrerò quanto prima a GifterAdri. Una scusa come un’altra per agganciarlo!

Situazione inquietante

Quando ho raggiunto l’aula nemmeno sono riuscita a far colazione presso il distributore automatico perché , seppur presente, non mi ha aperto la recinzione di sicurezza installata dal rettore a causa del killer dissanguatore. Stava cercando, a mani nude, di staccare un nastro adesivo particolarmente potente su un grande scatolone.

“Ali! Puoi venire qui? Aiutami tu, che hai le unghie.” Come no, ero lì apposta! Mi sono avvicinata alla cassettiera dove solitamente è custodita la cancelleria per cercare un taglierino o un paio di forbici ma il profiler mi ha bloccato: “Niente lame! Non fare come l’altra assatanata di Camilla! Calma e facciamo come dico io.”

International Condom Day

Mah! Con una carica virale ai livelli scritti nel messaggio, un coraggioso dovrebbe sentirsi lusingato quando il suo chaser prende un utensile con la lama per aprire una scatola. Invece qualcosa non stava funzionando, non me la stava raccontando giusta; io però ho fatto come niente fosse, d’altronde sono abituata così quando lavoro e indago su qualcosa: mai far rumore se hai dubbi!

Così mi aveva insegnato il direttore di BuglianoToday quand’ho fatto il tirocinio presso quel giornale.

Non c’era mittente sul pacco, soltanto un’etichetta dorata ed alcuni brillantini che disegnavano le lettere “International Condom Day – ICD2022”.

“Com’è questa storia, chi ha portato una simile spazzatura? A me i preservativi non servono!” Adri si è palesemente arrabbiato e ha allontanato lo scatolone spingendolo verso di me; uno, due, tre tentativi e finalmente l’ho avuta vinta sulla chiusura!

Decine, centinaia di profilattici sono chiusi lì dentro. Mi verrebbe da prenderli e buttarli dalla finestra, l’imbecille che li ha mandati sicuramente è un negativo estraneo a Bugliano o peggio qualche idiota che fa parte della BLAH – Bugliano Lotta Anti HIV, l’associazione più inaffidabile di tutto il paese almeno leggendo le recensioni trovate sulle sue pagine social.

Io e Adri ci siamo messi a esplorare l’interno del pacco; impossibile che siano solo profilattici, a sollevarlo da terra non era leggerissimo e mi è sembrato di vedere un ulteriore scatolone nascosto sul fondo ma il mio vero interesse era fare il possibile per toccare la mano del profiler e mio futuro gifter cercando di sedurlo.

Lui non sembrava disdegnare, anzi, e alla fine l’unica soluzione è stata capovolgere la scatola spargendo tutti i preservativi in giro per l’aula! Poco male, prenderemo una cesta e li metteremo via, poi qualcuno dentro e fuori dal CampusIbuol verrà a reclamarli!

Sorpresa finale

Finalmente, eccolo l’altro pacco, a scuoterlo sembrava contenesse qualcosa di morbido! Lo ho lasciato a GifterAdri che stavolta è riuscito ad aprirlo subito…

“Dannazione Ali, altro che international condom day. Qui c’è roba grossa!”

Oh, no! Era una borsa da donna! Il poliziotto l’ha guardata per qualche secondo poi è corso via, per tornare poco dopo indossando un paio di guanti.

Bisognava aprirla e anche stavolta era toccato a me; fazzoletti di carta, assorbenti igienici… E anche un paio di preservativi sono caduti da lì! Più trucco, rossetto, l’astuccio vuoto degli occhiali e il portafoglio coi documenti e i soldi. Non era ancora finita però, e Adri ha aperto anche la cerniera laterale: conteneva un orologio, rotto e fermo a una data e ora precise.

“Cazzo Alison, altro che allontanamento volontario! L’intera Bugliano è stata presa in giro per otto anni e questa poveretta ha fatto una brutta fine.”

Ho guardato anch’io l’orologio della borsa, poi la carta d’identità; quella data mi ricordava qualcosa! Certo che sì! Maledizione, in mezzo alle varie carte fedeltà dei negozi c’era anche lei, la tessera dell’associazione Bugliano Lotta Anti HIV. BLAH.

“Arianna Preziosi, nata a Bugliano il 2 febbraio 1972.” E l’orologio era fermo al 26 novembre 2014 ore 23:50.

Certo, è vero, quella data è la stessa in cui il mittente anonimo della lettera al CSI, dichiara di aver dato “il caffè corretto speciale” alla counselor sieropositiva. In quale guaio ci siamo infilati?

Un’altra notifica è arrivata sullo smartphone; proprio nei momenti meno opportuni devono darmi fastidio? L’ho aperta e ho guardato: “s. valentino hotel panorama x serata h 2230.”

Era la stessa conversazione in cui poco prima mi era arrivato “200K VL”! Eppure il mio Gifter Adri stava accanto a me, con la borsa di Arianna Preziosi in mano. Non poteva esser stato lui a scrivermi!

No, non può essere stato Adri, lui scrive in linguaggio esteso e questi messaggi sono pieni di sigle e abbreviazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: