La sicurezza secondo Floyd Turnpike

Tempo di lettura: 5 minuti

Ragioni di sicurezza. Per questo motivo Flaminia Lando è stata portata via con la forza. Lei era in sala break solo per celebrare l’orgoglio negativo con le ragazze del Campus, non c’era flagranza di reato ma per è lecito arrestare anche gli innocenti.


Greta Flaminia Lando: come una criminale

“Volete continuare a prendermi per il culo ancora per molto?” aveva urlato spingendo i quattro test HIV davanti ai nostri occhi. “Ero stata chiara da subito, dovevamo tutte restare negative! Che delusione siete!”

Brutta bestia l’invidia, povera Camilla! Chissà quante volte avrà cercato senza successo la . Pazienza, mi dispiaceva per lei se un negativo l’avesse fregata. O, peggio, un positivo , incapace di trasmettere anche volendo.

A differenza sua, ed non hanno fatto una piega: sono rimaste sedute al loro posto, evidentemente consapevoli che Camilla quando sbrocca va lasciata sfogare finché le passa.

Io invece per un momento ho avuto la tentazione di risponderle ma, come al solito, ho provato a calmarmi perché sapevo che il virus mi avrebbe tirato fuori anche stavolta dai guai. “Nervi saldi, Greta”, mi sembrava di sentirlo parlare. “Nervi saldi e conta fino a cento.”

Concentrata sul respiro e i numeri, non mi sono accorta subito di quanto stesse accadendo: Floyd Turnpike mi è arrivato alle spalle e afferrandomi per le braccia mi ha trascinato fuori dal Campus. A nulla è valsa la mia protesta, “motivi di sicurezza” e mi ha portato nella sua auto.

Al diavolo le ragazze, il Blue Monday e l’orgoglio negativo! Avrei dovuto rispondere “picche” e restarmene sul letto con .


Floyd Turnpike: la sicurezza, prima di tutto

In trent’anni di esperienza ho imparato a pianificare ogni indagine nei minimi dettagli, eppure c’è sempre qualcosa che sfugge: Greta non avrebbe dovuto sottoporsi a quel test HIV e io nulla ho fatto per impedirglielo!

Maledizione a me e i pregiudizi: sono troppo abituato ai negativi che si considerano tali per partito preso. Vanno a letto con mezzo mondo senza mai farsi un controllo medico, si fidano uno dell’altro e tengono lontano il virus utilizzando la maleducazione come preservativo.

Bias di conferma, insidiosi e fuorvianti. Giuro che se succede qualcosa alle mie Biohazard più preziose prendo le negative e… No, no, non potrei far loro del male, loro si sono comportate come io insegno da sempre nei miei corsi: verificare le fonti, anche quelle ritenute affidabili.

Quindi la colpa sarà solo mia, se alle mie ragazze accadrà qualcosa di spiacevole.

“Non è giusto”, mi ha urlato Greta appena l’ho fatta salire in auto; “è stata Camilla a delirare, mica io!”

Le ho fatto una carezza sulla guancia per tenerla tranquilla: è la mia infiltrata più brava per cui l’ho portata con me, a quell’altra penserà mio figlio! Che anche si prenda le sue responsabilità di . Lui mi considera nato ieri forse, ma tramite il virus so molto più di quanto le persone riescano a tenere sotto silenzio.

“Ma se mi porta via, agente Turnpike, io non posso più vedere i miei amici e poi…”

Ancora una volta ho cercato di tenerla calma: “Greta, lo so. Abbiamo sbagliato tutti e bisogna mantenere un profilo basso, il gioco si sta facendo duro capisci? Devi smettere con l’attivismo per un po’.”

“Mi sta togliendo la cosa più importante che ho”, lei ha continuato a protestare fra le lacrime. “Sono una sindacalista, un’ambientalista, tu non puoi! Cioè, scusi. Non può farmi questo!”

“Siamo biohazard, abbiamo tutti lo stesso virus”, le ho lanciato un sorriso malizioso. “Quindi piantala col Lei. Dammi del tu e basta! Ormai è questione di vita o morte non costringermi a usare le maniere forti. Intesi?”

All’improvviso un’auto ci ha tagliato la strada e per poco non ci siamo finiti contro. Per fortuna esistono le cinture di sicurezza e la mia frenata repentina non ha creato grossi problemi, ma ho visto Greta stringere il suo smartphone tra le mani. “Ecco vedi ragazza? Quando parlo di vita o morte, questo intendo. Possono ucciderci in ogni momento! Forza, dimmi cosa vuoi fare. Conta di più il Sindacato o la tua gifter? Scegli adesso o mai più.”


Riccardo Preziosi Turnpike: la combinazione vincente

Ero concentrato sulla mia partita quotidiana a poker on line quando hanno bussato alla mia stanza; ormai ho imparato a riconoscere chi è da quanti pugni dà sulla porta e ovviamente pure questa volta ho indovinato. “Disturbo?” mi sono sentito chiedere appena ho aperto; “sono qui perché non so dove andare.”

Eleonora, che viene sempre nei momenti meno opportuni. Avrei voluto dirle che quando gioco nessuno deve rompere le palle ma mi è uscito un “non disturbi mai” e l’ho accolta, dopo aver chiuso il coperchio del portatile e nascosto il logo della mia community dietro il poster dei Queen.

“Gifter so che è l’orario dei giochi questo, ma, ecco, son stata obbligata a fare un test capisci? Nascondimi qui da te se puoi!”

Impossibile rifiutare, la mia prima conversione che mi ha chiesto di proteggerla; finalmente potevo dimostrare a mio padre di non essere un fallito come mi ha sempre considerato.

Lui allora cosa sarebbe? L’irreprensibile agente Floyd Turnpike, addirittura capo della divisione investigativa all’FBI ma quando le difficoltà hanno iniziato a presentarsi lui si è tirato indietro. Io no! Io devo difendere il mio nome e DNA. Eleonora non sarà il massimo come qualità genetica e virale, certo, però una è sempre meglio di niente e se non altro è quella che spettegola meno di tutti. Mi saprò accontentare.


Virus: tradire un amico per salvarlo?

Dopo essere entrato in simbiosi con un umano, io e lui stringiamo un patto: non rivelerò mai i suoi segreti ad altri. Umani, animali o virus che siano.

Gli avvocati dell’intera Bugliano mi chiamano come testimone in cause di divorzi, o la polizia vorrebbe perfino coinvolgermi in operazioni di spionaggio internazionale ma ho sempre rifiutato perché devo mantenere la reputazione di virus coerente coi miei valori, l’umanità è ormai consapevole che il ceppo è diverso da tutti gli altri HIV in giro per il mondo e non posso permettermi il tradimento verso chi mi affida informazioni riservate.

Finora è stato abbastanza semplice rimanere leale, ma da un po’ di tempo sono a conoscenza di informazioni pericolose: il mio silenzio può causare sofferenza, la mia presa di posizione anche. E allora?

Per qualche settimana mi sono fatto gli affari miei, sperando che gli umani coinvolti si arrangiassero tra loro e capissero con chi avevano a che fare invece l’amore e l’amicizia li hanno fregati per l’ennesima volta.

C’è Greta, che si è appena riavvicinata alla sua gifter e insieme a lei si sta già mettendo nei guai. Ma come faccio a dirle che il dissanguatore è più vicino di quanto lei creda! Se solo fossi riuscito a farla restare sotto le lenzuola il giorno del Blue Monday!

Forse ora che lei sta in macchina con Floyd Turnpike è il momento giusto per metterli in guardia tutti e due.

Un dolore addominale apparso quando, casualmente, si trovavano in una zona isolata e li ho costretti a scendere. Floyd è stato il primo ad allontanarsi in cerca di un bagno, lasciandomi campo libero per parlare con Greta.

“Che cosa vuoi HIV”, lei si è arrabbiata; “non vi basta avermi rovinato il lavoro? Tutti quanti.”

Il ceppo virale dei Poteri Forti non si fa scrupoli a uccidere, allora per quale ragione io me li devo creare se dico le cose come stanno! “Senti Nathalie. Permettimi di chiamarti col tuo vero nome. Ecco, dovresti cambiare frequentazioni. Non mi piace affatto che ti vedi con…”

“Tatiana? Lei è la mia gifter, la mia ragazza, non ti permetto di parlarne così!”

Niente, non ci arriva. Allora mi tocca farle il disegnino. “Sigle, Nathalie. Ti dice niente 911? E Sa6Ta6Na6? Ti prego piccola, ascolta il tuo virus. Ci sono amici che si chiamano PREZIOSI, ma di fatto PREZIOSI non sono. Mi capisci adesso?”

“Parli di… Parli di Riccardo? Cosa ti ha fatto!”

Cosa mi ha fatto? Si imbottisce di medicine e mi costringe a stare non rilevabile. Poi si vanta di aver convertito Eleonora anche se tutti e due sappiamo che il suo HIV è carico a salve. Potrebbe già bastare così.

*** NOTA DEGLI AUTORI: Il contenuto che stai leggendo è e rimarrà gratuito ma diventando nostro sostenitore su Patreon avrai accesso a racconti esclusivi. Grazie!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: