Maurizio Tarocchi: una nuova serie positiva

Tempo di lettura: 3 minuti

Inizia una nuova storia del Mondo Positivo, ispirata al Commissario Montalbano.

L’idea ci era venuta nel 2020 per omaggiare Camilleri; in piena emergenza Covid avevamo scritto 17 episodi con l’intenzione di pubblicarli sul web uno al giorno partendo dal primo luglio fino alla data in cui l’autore è morto, il 17.

Avevamo costruito un’indagine tra Bugliano e Vigàta, con Montalbano e il criminologo Adri La Scala in prima linea contro una setta omicida poi le circostanze ci hanno obbligati a buttarla via.


Salvo Montalbano e Bugliano: un fallimento epico

Inevitabile fallire quando sei un blogger amatoriale e ti confronti con un grande autore come Andrea Camilleri; l’intenzione può essere quella di avere un bel pensiero per lui ma non essendo all’altezza, se includi nelle tue storie uno dei suoi personaggi più amati finisci inevitabilmente per ridicolizzarlo.

Ci siamo bloccati a metà racconto per poi buttarlo fra quelli venuti male e nel 2021 abbiamo deciso di completarlo caricandolo nella prima parvenza di sito web che avevamo e alla fine, quando abbiamo una volta per sempre adottato WordPress, la storia è finita di nuovo in archivio.

Poco male, anche perché oltre a metterci in ridicolo il rischio alto era la violazione dei diritti sul personaggio che avrebbe fatto diventare l’amore per Camilleri una lunga trafila con la giustizia. E tutto per una storia positiva? Un attimo, pensiamoci, calma e sangue Freddie.

Maurizio Tarocchi: la trama

Volendo cambiare nomi e ambientazioni, il personaggio che prima era Montalbano diventa Maurizio Tarocchi, commissario in pensione che lavorava alla polizia di Oziarium (nome ricavato dall’anagramma di Maurizio) un paese siciliano abbandonato dal mondo, caratterizzato da una mentalità molto all’antica.

La sua domestica gli porta una lettera che lo fa ripiombare nel passato sgretolando ogni sua certezza su una persona cara che credeva morta.

Come il personaggio a lui ispirato, anche Maurizio ha una fidanzata lontana (Lidia Prando di Boion Polesine in provincia di Rovigo) la quale per “un contrattempo” -chiamiamolo pure così-, non partirà con lui per la vacanza tanto sognata…

L’ansia per Lidia e l’inaspettata lettera con foto, causeranno in Maurizio un grave malore a cui nessun medico di Oziarium trova rimedio così il trasferimento in altra regione è inevitabile: a Bugliano , Toscana, c’è un neurologo specialista preparatissimo…

Personaggi e ispirazioni

Riportiamo, a titolo puramente esemplificativo, alcuni dei personaggi che prendono ispirazione da Camilleri.

  • Maurizio Tarocchi: si ispira a Salvo Montalbano
  • Lidia Prando: libera ispirazione da Livia Burlando, fidanzata del commissario
  • Leonardo Mussi aka Leon Moussa: da François Moussa, bambino tunisino poi diventato adulto, a cui Montalbano era legato come un padre
  • Tonticchio: deriva da Catarella, il personaggio che su Montalbano sbaglia sempre i nomi. L’esperto di informatica che risponde al telefono. Nessuno dice (o sa) come si chiami veramente, Tonticchio è e Tonticchio resta
  • Davide Passero: amico e vice di Maurizio, arriva da Domenico “Mimì” Augello, il vice di Montalbano
  • Raimonda: la domestica, ispirata ad Adelina, che tiene pulita casa e cucina per il commissario. Mamma di un ragazzo che lui ha fatto arrestare più volte
  • Angelo Amico, detto Roger: figlio di Raimonda. Malgrado il nome e cognome benevoli, non si tiene mai fuori dai guai. Ispirato a Pasquale Cirrinciò, figlio di Adelina e che Montalbano tira dentro e fuori dalla prigione. Con Angelo, Maurizio tenterà di fare lo stesso.
  • Luca Bono-Mondo: il questore di Oziarium, ispirato a Bonetti-Alderighi, questore di Montelusa antipaticissimo a Montalbano. Tra Maurizio e Bono-Mondo non correrà buon sangue
  • Fausto Ragonese: giornalista la cui missione è mettere Maurizio in cattiva luce; ispirato a Pippo Ragonese, giornalista nemico di Montalbano
  • Enrico Russo: giornalista amico di Maurizio; ispirato a Nicolò Zito, amico di Montalbano
  • Rocco Vitale (detto anche “Tocco Virale”, volendo): collega di Maurizio. Si ispira a Giuseppe Fazio, collega di Montalbano.

Evitiamo di fornire anticipazioni sui personaggi secondari, perché se appaiono in un episodio, in coda allo stesso aggiungeremo i riferimenti al romanzo di Camilleri a cui ci ispiriamo.

Personaggi di Bugliano

Quando scrivi dei racconti e nessuno ti pone limiti editoriali, puoi volare ovunque ti porti la fantasia. Anche creare un personaggio ispirandoti a un altro che avevi già inventato per un’altra occasione, e questo è il caso di Adriano “Adri” La Scala.

Se nelle nostre vicende principali è un criminologo profiler che ha dato il virus a due ragazze al massimo (Alison ed Eliana… per ora), nella serie di Maurizio Tarocchi il lavoro è lo stesso ma diciamo che Adri, a livello di discendenti virali, si è impegnato parecchio.

Ma non sempre gli è andata bene, perché qualcuno è degno del suo virus, altri molto meno.

Lavorerà insieme ad Alessandro “Alex” Spada, quest’ultimo alle prime armi sia con le indagini sia col virus. Poliziotto principiante e HIV positivo da poco deve ancora accettare il suo posto nel mondo; entrambi litigano di continuo ma si vogliono lo stesso un gran bene.

Inutile nascondere che Alessandro “Gifter”, uno di noi, ha un caro amico di nome Adriano a cui si ispira l’omonimo personaggio di fantasia e per ironizzare su noi stessi nonché par condicio, abbiamo costruito la caricatura di Alex “Gifter” quando era appena risultato positivo.

Maurizio Tarocchi? Lui invece è negativo e anzi rimane sconvolto a sapere del virus, chissà se alla fine i nostri amici risolveranno il caso e Tarocchi farà parte della squadra in tutti i sensi.

Faremo del nostro meglio per pubblicare ogni episodio il martedì, iniziando col primo dal 19 settembre 2023.

Rispondi