Mondo positivo: le ragioni di uno stop temporaneo

Tempo di lettura: 2 minuti

Anche negli hobby prima o poi arriva un momento in cui bisogna fermarsi, e il Mondo Positivo non ne è escluso; ma adesso è finalmente ora di spiegare quali ragioni ci hanno portato a una simile (inaspettata) scelta.


Mondo Positivo stop

Ci sono dei periodi in cui dici: OK, ho già dato. Basta, sono stanco, sento di non aver più nulla da raccontare.

E se in un blog con più autori la condizione colpisce entrambi vuol dire che è il caso decisamente di fare un bel respiro profondo e rilassarsi.

Poi mettici Gifter e l’operazione al piede, la partecipazione al Treviso WordPress meetup e quella al WordCamp Verona a fare il resto!

Quindi è stata presa la decisione di mandare uno spoiler e andare in pausa col racconto principale condividendo solo Maurizio Tarocchi nell’area dedicata alle storie inventate.

Quando perdi il controllo dei personaggi

Il suicidio del dissanguatore ha portato con sé dei conflitti che nessuno si aspettava, specie il criminologo Adri il quale addirittura ha chiesto a HIV di eliminare la piccola Grace, la scoperta di chiamarsi Sherlock è uno sconvolgimento difficile per lui da affrontare.

Ecco allora che ci siamo trovati a discutere su come muoverci, dopo l’ultima puntata del 12 settembre 2023.

Non è da noi stare due mesi e mezzo fermi coi racconti, Bugliano Cold compreso, ma la storia che ci si stava sviluppando in mente ci piaceva poco: Adri doveva uccidere Alison per i documenti e il virus non riusciva a impedirglielo, la piccola Grace affidata a Samantha Filibui poi adottata da Freddie e Arianna Preziosi, Riccardo diventava il nuovo profiler senza averne i titoli.

Allora la scelta migliore possibile è stata prenderci la classica pausa di riflessione che ci sta facendo tornare più forti e determinati di prima.

Nessuno ucciderà nessuno, e il Mondo Positivo non è morto! Quindi, follower, non c’è motivo di preoccuparsi: Adri sarà sempre la persona seria che è sempre stato, criminologo affezionato al suo lavoro e ai suoi discendenti virali.

Noi piuttosto, abbiamo ripreso il piano editoriale e dai prossimi giorni torniamo più forti di prima.

Rispondi