Italiano
English

Nuove regole?

Aggiornato il:

Da:

Qualcuno ha intenzione di mandare in confusione il CampusIbuol con presunte nuove regole di dubbia provenienza. Il Consiglio Studentesco IBUOL non ci sta.


Riunione straordinaria

Bugliano, 13 gennaio 2022. Il Consiglio Studentesco IBUOL ha convocato una riunione straordinaria qui in Aula POSifunzionale per discutere di un cartello apparso ieri all’entrata del campus, ma questa mattina ce n’era uno sulla porta di ogni stanza in cui noi studenti dormiamo: “nuove regole”, c’è scritto. Da domani cambiano le regole della comunità, peccato che non ci sia la data né tanto meno la fonte.

Nuove regole: quali sono?

Più che di nuove regole si tratta di una dichiarazione rivolta ai virus, a cui si nega il consenso di entrare nei nostri corpi e HIV di Bugliano leggendo il cartello si è messo a ridere sapendo benissimo che qui dentro, chi non è positivo è un bug chaser, ci sono quelli dichiarati e soprattutto chi si nasconde dietro al “vorrei ma non posso” e alla sierofobia.

Fra l’altro se veramente uno non vuole il virus, in ogni stanza c’è il dispenser automatico di Profilassi Pre-esposizione e preservativi, le cui forniture sono controllate e aggiornate quotidianamente proprio da noi del CSI onde evitare sabotaggi di qualsiasi tipo.

Vai a sapere a chi giova certa spazzatura! Sicuramente non a noi!

Da domani cambiano le regole del CampusIbuol. Si ricorda di leggere, sottoscrivere e garantire massima diffusione della seguente dichiarazione rivolta a vecchi e nuovi iscritti, per prevenire spiacevoli incidenti da oggi in poi.

“Il corpo è mio, e lo gestisco io in ogni sua parte. Non autorizzo pertanto i virus, incluso HIV di Bugliano, a sfruttarlo per interesse personale. Ogni singola cellula contiene informazioni private a cui solo io ho accesso e ognuno è tenuto a rispettare la mia riservatezza garantitami da quando, uscito dal corpo di mia madre, sono un individuo dotato di vita propria.

Nessuno oltre a me può decidere di divulgare informazioni che mi riguardano o trasmettere mie cellule a terze persone, né ha il diritto di modificare il mio corpo senza il mio permesso scritto – nessuna eccezione, le nuove regole valgono anche per Vecchiaia, Malattia e Morte a cui finora nessuno ha mai fornito espliciti divieti.

Nego inoltre il consenso al trasferimento, verbale o virale, di qualsiasi mia emozione che rimane perciò affare privato.”

Abbiamo per un attimo creduto fosse una misura di sicurezza estrema adottata dopo che il cane del povero Antonio Falco è stato accoltellato a morte e Valentino è sparito chissà dove, siamo tutti ormai coscienti che il dissanguatore sia ancora in giro ma penalizzare in questo modo HIV nostro serve a ben poco!

Anzi, questa fuffa delle nuove regole metterà ancora più a rischio la nostra comunità.

Qualora sia vero tutto questo e bastasse una dichiarazione per impedire a Vecchiaia e Morte di rovinarci, ci venga dimostrato e noi valuteremo come comportarci perché vorrebbe dire porre fine all’uso di medicinali, vaccinazioni e qualsiasi intervento esterno atto a contrastare qualunque malessere.

Sarebbe un’enorme scoperta, il corpo che si autogestisce a suon di dichiarazioni scritte e condivise tra esseri umani di persona e nei social! Ma almeno l’autore di un simile miracolo venga e si presenti, ammesso che esista!

Ora siamo in attesa che Adri sia di ritorno, è andato in aeroporto a prendere il suo superiore giunto oggi a Bugliano e a seconda di quanto sono stanchi faremo loro leggere questa stupidaggine, vedremo se in merito la penseranno come noi.

Tatiana, alison Grant e ChaserCamilla per il CSI – Consiglio Studentesco Ibuol.

Nota degli autori

DAL REALE: le sedicenti nuove regole del CampusIbuol fanno il verso alla nuova regola Facebook Meta, a cui troppi boccaloni stanno credendo.


Ultima modifica:


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Le storie ambientate nel “Mondo Positivo” sono opere di pura fantasia e non rappresentano fatti o persone reali. Gli autori, attivi da tempo nella lotta a HIV e AIDS, utilizzano queste narrazioni per contrastare lo stigma legato all’infezione.

Si sottolinea che tali racconti non incoraggiano comportamenti dannosi per la salute ma la finalità è sensibilizzare sulla prevenzione educando al rispetto per le persone che vivono con l’HIV.


Mondo positivo: sezioni


Newsletter (italiano/inglese)


Social Network Decentralizzato (Italiano/Inglese)

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS globale..


Social decentralizzato in italiano

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS italiano.

Scopri di più da PlusBrothers

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading