Anthony Flynn

Originario di Pittsburgh, arriva a Bugliano in occasione di un evento letterario in cui presenta i suoi libri di successo realizzando così uno dei suoi sogni.

Ispirazione

Il personaggio appare nella serie americana “Queer As Folk” precisamente negli episodi 9 e 10 della stagione 4: ex allievo del professor Benjamin Bruckner e suo ammiratore, il ragazzo lo invita a casa con l’intenzione di portarselo a letto e farsi trasmettere l’HIV; Ben, ovviamente, rifiuta e se ne torna dall’allora fidanzato Michael.

Anthony però non è tipo che si arrende e cerca il virus in un “conversion party”, festa a base di contatti occasionali senza alcuna protezione per poi sparire dalla scena.

Queer As Folk nella sua versione inglese e americana è ritenuta una delle poche serie tv “coraggiose” in grado di affrontare temi importanti e difficili a proposito della comunità LGBT+ e per il 9 giugno 2022 negli USA è prevista una nuova edizione, con attori e ambientazione diversa quindi è assai probabile che i vecchi personaggi non ci siano più.

Anthony Flynn, lo scrittore

Sono passati vent’anni e il fallimento di un sogno ne ha realizzato un altro: proprio la delusione dovuta al test HIV sempre negativo ha spinto Anthony a sfogarsi nella scrittura, così ora può godersi un successo letterario dietro l’altro perché le sue opere, inizialmente giudicate mediocri, sono prime nelle classifiche mondiali.

La fama però ha il suo prezzo: Ben Bruckner lo segue gratuitamente in ogni fase dei suoi romanzi, dalla prima stesura alla pubblicazione a patto che Anthony si astenga da qualunque contatto intimo non protetto; l’insegnante per vent’anni ha insistito a non volergli dare il virus, arrivando addirittura a sfidarlo: “ti renderò positivo solo quando avrai scritto un best seller”, convinto che ciò non sarebbe mai e poi mai accaduto.

Invece lo scrittore ha superato se stesso e Ben è costretto ad arrendersi: mai sottovalutare la determinazione di un bug chaser!

La quotidianità

Ora Anthony Flynn vive stabilmente a Bugliano, probabilmente Pittsburgh è solo un ricordo e si spera lo diventerà presto anche la negatività…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: