Zach Nolan, l’uomo mascherato

Zach Nolan nasce nel 1991. Anzi rinasce, perché quello nemmeno è il suo vero nome, e da allora gli è proibito parlare degli anni precedenti passati fra la Gran Bretagna e i viaggi per lavoro intorno al mondo continuati fino a quando durante gli anni ’80 nella sua vita è entrato il virus HIV, che l’ha costretto a sospendere ogni attività; lui è stato una leggenda della musica ma il male non guarda mai chi sei prima di colpirti, a quel tempo avere il virus costituiva una condanna a morte senza appello e una volta risultati sieropositivi si doveva sperare di ammalarsi più tardi possibile. Zach Nolan però nel 1987 era già in AIDS conclamato.

La disperazione per le condizioni di salute sempre più precarie l’ha portato a sottoporsi ad una cura sperimentale inventata da un ricercatore indipendente di origine americana, arrivato a Londra per occuparsi esclusivamente di lui. Molti sono stati gli interrogativi che amici, medici e conoscenti di Zach si ponevano sul misterioso Raymond Still; com’era possibile che questo, dagli Stati Uniti, avesse viaggiato migliaia di chilometri per curare una sola persona e senza chiedere soldi in cambio, ad uno famoso come lui? Ma soprattutto senza che le presunte cure fossero mai state divulgate nelle riviste scientifiche? Aveva tutta l’aria del cialtrone, ma Zach non ha voluto sentir ragioni: per tentare di risolvere la propria malattia, avrebbe seguito Ray in capo al mondo!

Le condizioni

Ma come ogni accordo che si rispetti, anche quello tra Zach Nolan e Raymond Still aveva le proprie clausole: il paziente doveva rinunciare totalmente al proprio passato!

Adducendo la scusa di un presunto mitomane omicida come quello che sparò a John Lennon, Still è stato molto chiaro nell’esporre le proprie condizioni all’uomo:

  • assoluto divieto di usare il tuo nome, per il mondo sei morto e da ora ti chiami Zach Nolan
  • dovrai vivere chiuso all’interno del mio laboratorio e, se necessiterà uscire, indosserai una maschera
  • non fare domande sulle medicine che ti vengono somministrate
  • il tuo virus HIV è oggetto di studio, perciò verrà modificato e, se necessario, inoculato anche in altri pazienti.

L’ultima è stata la condizione più difficile da accettare, ma di fronte all’idea che il suo sacrificio potesse servire per un eventuale futuro vaccino contro l’AIDS, l’ha convinto definitivamente. Anche quando, una fredda domenica di novembre 1991, Ray gli ha annunciato che entrambi se ne sarebbero andati definitivamente da Londra e, successivamente, gli ha iniettato un sonnifero.

L’arrivo a Bugliano

Quando Zach Nolan ha aperto gli occhi, si è trovato in un paese sconosciuto: Bugliano, dove ripresosi dalla malattia ha continuato a vivere nascosto dal 1991 ad oggi. Non ha mai saputo quando e se Ray abbia inoculato il virus ad altre persone e si è rassegnato ad una vita da recluso, fino a che Ray Still si è ammalato.

Ora Zach vive nel #CampusIbuol, la residenza per gli studenti della IBUOL International Bugliano University of Life ed è sempre costretto a tenere la maschera, ma sarà l’inevitabile morte di Ray a fargli tornare la voglia di riprendere la propria vita e il proprio passato…

Zach Nolan

Riuscirà Zach a ricostruire la propria esistenza? Addirittura Still gli ha raccontato di una figlia mai conosciuta, di legami biologici con una comunità virale… Come prenderà tutto questo? Ce la farà a mettere insieme passato, presente e futuro?

  • Dietro la maschera
    Chi è l'uomo dietro la maschera? Nessuno mai si è azzardato a chiederlo!
  • Ricordando mamma
    La mamma è sempre la mamma. Anche per l'uomo in maschera costretto a dimenticare il proprio passato.
  • Musica e rumore
    Il richiamo della musica è irresistibile e fa perdere il senso del pericolo...
  • Polizia al campus
    "Sono Luigi Quattropassi della polizia municipale di Bugliano! O mi fai un autografo o dico a tutti chi sei!" Zach Nolan però prende tempo.
  • Forza, Ray!
    Disperata per la salute di Ray, Tatiana si fa consolare da Zach Nolan. Ma entrambi capiscono che di flirtare non è il caso...
  • L’annuncio
    Era nell'aria, lo si sapeva. Ma questo annuncio ha comunque stupito molti cittadini di Bugliano...
  • Primo contatto
    Il primo contatto col mondo è sempre il più difficile, specie quando non ti riconosci più.
  • La rinascita
    Morte o rinascita? Cosa rappresenta a Bugliano il 24 novembre?
  • Mi hanno cambiato il badge!
    Freddie ha il suo nuovo badge per il #CampusIbuol. Anzi, sono due!
  • Bohemian Rhapsody
    Bohemian Rhapsody: cosa succede quando Freddie vede il film su di lui?
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: