Italiano
English

Radiazioni, amore e mistero

Aggiornato il:

Da:

ChaserNucleus e il suo compagno umano: un amore capace di superare ogni ostacolo. Distanza interplanetaria e radiazioni comprese.


Spavento

“Nuclear! Nuclear! Ti prego amore mio non voglio perderti!”

Un urlo disperato mi ha costretto ad aprire gli occhi; c’era un uomo accanto a me, intento a maneggiare una piccola auto senza motore le cui ruote avevano intrappolato le mie antenne facendomi perdere conoscenza per qualche minuto.

La macchina era arrivata dal nulla, spinta da una ragazza che al CampusIbuol avevo già visto senza però averci mai parlato. Il mio gifter, l’agente Floyd Turnpike, mi aveva chiesto di aiutarla perché era in difficoltà e quando l’ho incontrata lei ha reagito cercando di uccidermi!

Bella gratitudine davvero! Eppure nemmeno l’ho sfiorata, l’ho solo chiamata Bug Chaser perché non sapevo il suo vero nome! Se è sufficiente questo per offendersi e giustificare la violenza, dove andrà a finire il mondo?

Grande amore fra le radiazioni

Per fortuna c’era Ryan John, il mio meraviglioso compagno di cui nessun altro umano è a conoscenza; il nostro grande amore è nato dentro la centrale atomica buglianese quando all’uomo diventato mio partner, era stato chiesto di negoziare con un terrorista che voleva far esplodere i reattori.

Io mi trovavo lì per caso, andando in cerca di radiazioni come sempre, ero venuto qui sulla Terra per scoprire le mie origini umane all’insaputa di mio padre Atomicus; ma come succede spesso, mi sono trovato al posto giusto nel momento giusto e ho dato una mano a Ryan lanciando un’enorme quantità di scorie radioattive contro il criminale.

E quando il negoziatore si è accorto che l’avversario non respirava più, io mi sono palesato. Il resto è storia: ci siamo innamorati quasi subito e da allora siamo andati avanti per anni a viaggiare, io verso la Terra e lui a casa mia su Marte, quest’anno erano già diversi mesi che non ci vedevamo più allora sono stato felicissimo quando per lavoro ho dovuto fingere di amare Tatiana e venire, stabilmente, sulla Terra con lei.

Solo un trolley!

“Niente paura amore, questa è solo una valigia e non può farti del male!”

In Ryan ho completa fiducia e mi sono lasciato guidare verso quell’oggetto che solo qualche ora prima mi aveva fatto perdere i sensi. “Puoi toccarla, non ti fa niente! Questa non è pericolosa come le macchine a motore.”

Proprio lui mi ha chiesto di non preoccuparmi, quando solitamente mi basta perdere l’equilibrio su una pietra perché si faccia prendere dal panico e mi creda già morto. Forse vuole solo proteggermi, esserci innamorati di fronte a un pazzo che minaccia di distruggere tutta Bugliano non è stato il modo più semplice per far nascere una relazione.

Non si può continuare così!

“Bisogna che al nostro amore diamo una bella accelerata, cosa ne pensi? Io ti dovrei fare una confidenza importante, prima che tu vada alla centrale per le solite radiazioni della colazione.”

Per oggi invece niente radiazioni: si va anche noi in aula Posifunzionale come tutti gli altri perché sono stanco della clandestinità!

Andiamo avanti così da anni e ormai non ce la faccio più con questa intimità di nascosto come fossimo dei ladri, evitando di entrare nel CampusIbuol solo perché se no gli altri parlano.

“Lo sai bene che io non mi posso esporre più di tanto, se qui alla IBUOL ho un nome falso una ragione ci sarà! Posso solo dirti che se non facciamo attenzione mi metto in pericolo io e anche tu. Non posso permetterlo, Nuclear!”

Panino alla nutriella, croissant al burro o alla pasta e fagioli… Senza curarmi delle sue obiezioni gli ho letto il menu per la colazione scritto sulla porta della sala e quasi l’ho spinto dentro. Non c’era ancora anima viva, anche se i camerieri del Papero Offeso avevano già lasciato i vassoi fragranti e ancora sigillati sul tavolo grande.

Colazione insieme?

“Maiale e nutria, questo panino al salame ha l’aspetto interessante!” Il mio compagno è stato svelto a scartare il vassoio ma io non ho il coraggio di avvicinarmi; se i maiali sono gli stessi animali che ho visto nel recinto quando ho portato via il corpo di ChaserGloria, neanche mi importa assaggiarlo!

Tanto disgusto davanti alla mia colazione con le radiazioni e poi il mio Ryan cosa si mangia? Merda, nel vero senso della parola. Oppure quando li tagliano per trasformarli in salame, i maiali vengono prima lavati? Sul cibo umano onestamente mi sono informato poco.

Lui ha insistito per un po’ a volermelo far assaggiare, io però ho già voltato lo sguardo verso un panino vegetariano alle verdure di Chernobyl, per me l’integrazione fra culture non funziona perché alla fine vado sempre dove posso trovare sapori conosciuti.

“Non cambi mai, Nuclear, sei il solito alieno radioattivo e io ti amo per questo!”

Rivelazione

Gli ho sorriso abbracciandolo forte e ci siamo avvicinati al distributore del caffè. Chiuso, naturalmente, e nessuno di noi due ha mai avuto il badge abilitato ad aprirlo.

“Qui se non hai l’HIV rimani con la gola secca! Bisognerà per forza attendere. Oppure tu esci, Nucleus, io sto qui ad aspettare Tatiana o qualcuno degli altri se no l’alternativa è”…

Lo so, andare al Caffè Buongiornissimo o peggio House In Virginia e fare per l’ennesima volta colazione separati in dei locali tutt’altro che accoglienti!

Ne avevo piene le tasche di tutto questo Così ho deciso di dirgli la verità, rischiando il tutto e per tutto: mi sto convertendo, Ryan. La febbre del passaggio è questione di pochi giorni!

“Cazzo Nucleus, non me la dovevi fare! Cosa ci siamo sempre detti? Convertiamoci insieme e dallo stesso gifter, uno in presenza dell’altro. Legati dall’amore e dal virus, questi erano i piani.”

Non hai niente di cui aver paura E quando il mio passaggio sarà completo, a darti il virus sarò io. Ma quale confidenza dovevi farmi? Se mi vorrai come gifter dovrai fidarti per forza di me.

“Vedi amore mio, non so da dove iniziare ma… Ecco, non vengo dall’America come ho raccontato a tutti. Se te lo dico, non è che poi mi scarichi?”

Anni di relazione e ancora queste insicurezze? La clandestinità fa male, l’ho sempre detto e se non ci diamo una svolta prima o dopo sarà la vita a decidere per noi.

“Ecco. Mi sono presentato come Ryan John, in realtà però mi chiamo Adrian Ioann Dmitriy Sokolov.”

E allora? Non è un problema, anzi ora mi è tutto chiaro quando Gifter Floyd ti chiama alla radio: Alfa Iota Delta Sigma. Ha senso.

“Bravo, bravo Nuclear! Vedo che hai colto. Ma se vuoi che io ti dia una mano a cercare tua sorella e tua madre, tu non dici in giro che io sono russo. Intesi?”


Ultima modifica:


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Le storie ambientate nel “Mondo Positivo” sono opere di pura fantasia e non rappresentano fatti o persone reali. Gli autori, attivi da tempo nella lotta a HIV e AIDS, utilizzano queste narrazioni per contrastare lo stigma legato all’infezione.

Si sottolinea che tali racconti non incoraggiano comportamenti dannosi per la salute ma la finalità è sensibilizzare sulla prevenzione educando al rispetto per le persone che vivono con l’HIV.


Mondo positivo: sezioni


Newsletter (italiano/inglese)


Social Network Decentralizzato (Italiano/Inglese)

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS globale..


Social decentralizzato in italiano

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS italiano.

Scopri di più da PlusBrothers

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading