Italiano
English

Ricordando mamma

Aggiornato il:

Da:

Mondo reale: 13 novembre 2016, a 94 anni muore la mamma di Freddie Mercury – Jer Bulsara.

Mondo Positivo, Bugliano: La mamma è sempre la mamma. Anche per l’uomo in maschera costretto a dimenticare il proprio passato.

Noi pubblichiamo volentieri il suo ricordo.

Di: Redazione


Ricordando mamma

Bugliano, 13 novembre 2021.

Ciao, mamma.

Spero che ovunque tu sia, possa sentirmi; anche se mi è proibito uscire allo scoperto per oggi ho deciso di fregarmene e usare la piattaforma offerta dal CampusIbuol, località dove ora alloggio, per darti alcune spiegazioni: quando nel 2016 hai lasciato questo mondo, avrai pensato di ritrovarmi in Paradiso!

Sarai stata male cercandomi invano tra gli angeli, immaginandomi forse tra i demoni dell’inferno; invece te l’assicuro, non è così!

Io sto bene, non posso dirti dove sia la residenza in cui vivo adesso, ma ho trovato degli amici meravigliosi su cui posso contare anche se mi costringono a portare una maschera.

Avrei un sacco di cose da raccontarti mamma, accadute negli anni in cui mi hai creduto morto; ti dico solo che pur non facendo più dischi o concerti mi sto rendendo utile a un’intera comunità grazie alla ricerca nella quale mi sono fatto coinvolgere.

Quanto mi è dispiaciuto non farti conoscere Raymond Still, l’uomo che ha curato la mia malattia! Lui non mi ha consentito di venirti a dare l’ultimo saluto quando te ne sei andata, anzi sono venuto a saperlo pure a funerali già conclusi e questo a Ray non l’ho perdonato facilmente.

Però so che tu sei orgogliosa di me comunque, un giorno ci incontreremo nell’altra vita – sempre se davvero ce ne sarà una -, e ti metterò al corrente di ogni cosa.

Per adesso, mi limito a condividerti questo: gira voce che io abbia una figlia! Non so chi sia, mamma. Né da chi l’abbia avuta. Negli anni in cui giravo il mondo ho vissuto molte avventure… No, meglio che non ti dica niente di questo; ma se davvero tu fossi nonna vorrei che il messaggio arrivasse all’aldilà. Qualora esista veramente proteggi tua nipote, stalle vicina e fai in modo che non le accada nulla.

Veglia su di noi, perché se io ho dovuto cambiare identità è per una situazione di pericolo della quale ancora non ho capito la reale dimensione.

In una mia canzone dicevo di non voler pietà, ma solo un posto sicuro dove nascondermi. Ti chiedevo addirittura se potevo tornare nella tua pancia; ora il posto sicuro ce l’ho, gli amici anche, ma per ottenerli ho dovuto pagare un prezzo altissimo, mamma. Non posso usare il mio vero nome neanche con te!

Ora devo lasciarti, c’è qualcuno che sta bussando alla porta e non posso più scriverti; ti mando un abbraccio enorme e vedrai, ce la farò a impadronirmi di nuovo del mio passato e quel giorno sarai ancora più fiera di me.

Ti voglio bene, sei stata la migliore mamma del mondo.

Zach Nolan

Sì, mi firmo così, tu però sai perfettamente chi io sia!


Ultima modifica:


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

DISCLAIMER

Le storie ambientate nel “Mondo Positivo” sono opere di pura fantasia e non rappresentano fatti o persone reali. Gli autori, attivi da tempo nella lotta a HIV e AIDS, utilizzano queste narrazioni per contrastare lo stigma legato all’infezione.

Si sottolinea che tali racconti non incoraggiano comportamenti dannosi per la salute ma la finalità è sensibilizzare sulla prevenzione educando al rispetto per le persone che vivono con l’HIV.


Mondo positivo: sezioni


Newsletter (italiano/inglese)


Social Network Decentralizzato (Italiano/Inglese)

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS globale..


Social decentralizzato in italiano

Nessuna conoscenza del Fediverso? Seguici tramite il feed RSS italiano.

Scopri di più da PlusBrothers

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading